ico 0039 0694806120 ico

Leggi e normative sugli pneumatici

Non è possibile guidare qualsiasi pneumatico si voglia sulla propria auto: le gomme che scegli devono essere approvate per il tuo veicolo. Oltre alla necessaria approvazione degli pneumatici, esistono anche altre normative in materia di pneumatici.

Qui puoi trovare le leggi e le normative sugli pneumatici:

Pneumatici approvati

Per rispondere alla domanda su quali siano gli pneumatici consentiti per un'auto o una moto, di solito basta dare un'occhiata ai documenti del veicolo. Tuttavia, spesso sono consentite anche altre dimensioni, ma le variazioni devono essere registrate, altrimenti la carta di circolazione e la copertura assicurativa non saranno valide. Molti produttori di pneumatici offrono la possibilità di fare richiesta per tali pneumatici approvati sul proprio sito inserendo le seguenti informazioni:

  • marca e modello del veicolo
  • tipo di veicolo
  • velocità massima
  • pneumatici standard
  • carichi assiali consentiti
  • dimensione/i desiderata/e di pneumatico
  • dimensione del cerchione

Etichetta europea dello pneumatico

Come per moltissimi altri prodotti, ci sono diverse direttive europee che riguardano gli pneumatici. Pertanto, dal 1° novembre 2012, il produttore ha l'obbligo di contrassegnare tutti gli pneumatici con l'etichetta europea dello pneumatico. Questa normativa è obbligatoria già dal 2009 per auto e veicoli commerciali. La dimensione dell'etichetta è standardizzata, così come i valori misurati: resistenza al rotolamento, aderenza sul bagnato e rumorosità esterna da rotolamento. Con questa regolamentazione l'Unione Europea vuole innanzitutto tutelare l'ambiente. È quindi importante per i clienti osservare bene l'etichetta europea dello pneumatico, per acquistare prodotti che abbiamo delle buone prestazioni in tal senso.

EU Reifenlabel

Etichetta europea dello pneumatico : E C 71

Resistenza al rotolamento

La resistenza al rotolamento di uno pneumatico è direttamente legata al consumo di carburante del veicolo. Con l'etichetta europea dello pneumatico, la resistenza al rotolamento viene valutata secondo una classificazione, in cui A indica la resistenza al rotolamento più bassa e G quella più alta (la classe D non è utilizzata). La Commissione Europea ha stimato che uno pneumatico di classe G consuma carburante fino al sette per cento in più rispetto ad uno pneumatico di classe A.

Aderenza sul bagnato

Anche l'aderenza sul bagnato è valutata nell'etichetta europea dello pneumatico. Le classi D e G non esistono. La classificazione dell'aderenza sul bagnato si riferisce allo spazio di arresto rispetto ad uno pneumatico di riferimento. Gli pneumatici di classe A hanno una distanza di arresto molto più breve rispetto agli pneumatici di classe F: questo può salvarti la vita in caso di emergenza.

Rumorosità

Per quanto riguarda l'emissione acustica, l'etichetta europea dello pneumatico non fa uso di lettere, ma del valore assoluto in decibel e di un'icona dell'onda acustica che classifica il rumore in tre classi. Se il simbolo presenta una sola banda scura, la rumorosità dello pneumatico è di almeno 3 dB al di sotto del futuro limite europeo. Due bande indicano che la rumorosità dello pneumatico è tra il futuro limite europeo e 3 dB al di sotto di esso e tre bande indicano che la rumorosità della gomma è al di sopra del futuro limite europeo.

In definitiva, ogni cliente deve decidere che importanza dare all'etichetta europea dello pneumatico. Su gommadiretto.it troverai anche l'indice DEX per ogni pneumatico. Si tratta dell' ''indice di efficienza Delticom'' (Delticom efficiency index), basato sui voti di 40,000 clienti in 15 paesi pesati secondo le preferenze dei clienti stessi: si tratta di una valida guida per l'acquisto di pneumatici.

Obbligo della ruota di scorta

Molti automobilisti si domandano se avere una ruota di scorta sia indispensabile. In realtà la domanda contiene già la risposta, visto che oggi molti produttori di auto equipaggiano i propri veicoli solo con un kit di riparazione e non più con una ruota di scorta. Se fosse obbligatorio sicuramente lo farebbero. E infatti non esiste una legge sull'obbligo della ruota di scorta o del kit di riparazione. Ciò nonostante, dovrebbe essere nel proprio interesse avere una soluzione in caso di gomma a terra. E a proposito: a differenza dell'uso di una ruota di scorta, dopo aver utilizzato un kit di riparazione devi guidare immediatamente verso l'officina più vicina.

Torna all'inizio

IVA e spese di spedizione sono già comprese nel prezzo.

gommadiretto.it - un'offerta da Delticom AG 19.10.2019 07:20