Usiamo i cookie. Utilizzando la pagina acconsente al loro impiego.
OK
Stato dell'ordine x
Esci

Soccorso stradale e attrezzatura

Avere l'auto in panne è una situazione fastidiosa, che si può verificare per una serie di ragioni. Mentre spesso in caso di danni alle gomme puoi cavartela con una sostituzione o con i pneumatici auto-sigillanti, un serbatoio a secco o un guasto al motore sono un problema più grande. Se sei protetto da un club auto, puoi chiamare il loro servizio di soccorso stradale. Per farlo telefonerai ad un numero verde, cosa che puoi fare rapidamente con uno smartphone. Ma nelle zone di campagna potrebbe non esserci campo. In questi casi può aiutarti una buona vecchia colonnina SOS di emergenza, di quelle che si trovano lungo le autostrade. La chiamata è gratuita. E se non sei membro di nessun auto club, puoi comunque ottenere aiuto, che poi, solitamente, dovrai pagare. I produttori di auto a volte offrono un servizio simile che può essere coperto o meno dall'assicurazione, a seconda del problema.

Servizio di soccorso stradale auto

Diversi club auto offrono un abbonamento ad-hoc per coprire il soccorso stradale in caso di necessità. Questo sistema è pratico, perché l'automobilista non deve pagare un extra per il servizio. Con ADAC tuttavia devi mostrare un abbonamento che è stato attivo per almeno un giorno. Questo non significa che l'"angelo giallo" si rifiuterà di aiutare tutti gli altri, ad esempio qualcuno che ha bisogno di un piccolo pezzo di ricambio o di un po' di benzina (naturalmente a pagamento). Un servizio di assistenza sul posto come questo è l'ideale ma non è sempre possibile. A volte non puoi evitare di trainare l'auto, cosa che può costare parecchio. Di solito devi pagare in contanti e se non ne hai abbastanza con te devi informare in anticipo il servizio di carro attrezzi, in modo che possano prevedere di fermarsi per farti prelevare a un bancomat.

Panne

Puoi trovare un'ampia selezione di cric, rampe e altri attrezzi qui.

Cric

Con un cric puoi sollevare l'auto, cosa che rende più semplice la riparazione e ti consente di cambiare una gomma. Ci sono diversi tipi di cric, che differiscono principalmente per il loro funzionamento. Al momento dell'acquisto, non pensare solamente il prezzo, ma considera anche la qualità, perché si possono verificare gravi incidenti se il cric cede mentre stai lavorando su una macchina sollevata. Il simbolo GS, il sigillo TÜV o il marchio CE sono i requisiti minimi.

Quando cerchi un cric adatto, devi tenere in considerazione il peso del veicolo, l'altezza dell'asse e il metodo di funzionamento. Se ti serve solo occasionalmente, ad esempio per cambiare le gomme tra l'estate e l'inverno, puoi cavartela con un modello intorno ai 20 euro. Chi invece ha l'hobby della meccanica dovrebbe investire un po' di più; le pompe dei martinetti idraulici dureranno più a lungo, mentre i più costosi sollevatori ausiliari sono più facili da usare.

Il tipo più semplice è il cric a forbice o a parallelogramma, che può acquistato a partire da 10 euro. Con questo modello devi girare una manovella per sollevare l'auto. È necessario girare per un po' ma non serve troppa forza fisica. Il cric a forbice può essere facilmente trasportato ed è un oggetto comune quando si verifica un guasto. Una variante è il cric idraulico (detto anche "a bottiglia") dotato di una leva di pompaggio.

Altri tipi comuni di cric sono:

    • Cric a carrello
    • Cric idraulici (a bottiglia)
    • Cric ad aria compressa

I cric per auto dovrebbero essere utilizzati solo su una superficie piana, con il freno a mano inserito. Prima dell'uso, l'auto dovrebbe essere messa in prima o in modalità "parcheggio" se ha il cambio automatico.

Wagenheber

Cric idraulici

Con i cric idraulici ci sono delle differenze rispetto ai cric a carrello e a quelli a bottiglia. I cric a carrello operano con olio in pressione e sono particolarmente pratici perché hanno quattro rulli, di cui due liberamente mobili (come un carrello della spesa). Possono essere posizionati sotto al centro dell'asse, consentendo di spostare l'auto sollevata. Il sollevamento e l'abbassamento vengono fatti tramite una leva che aziona una pompa idraulica. Dall'altra parte del cric c'è una piastra cava (idealmente con un tappo di gomma) che è la parte che va a contatto con l'auto. I cric a carrello hanno uno svantaggio: a causa del loro peso non sono facilmente trasportabili e sono un po' costosi.

Un'altra opzione, anche se non fondamentalmente migliore, è il cric a bottiglia. Questo tipo di cric può sollevare fino a 30 tonnellate ed è quindi più forte di qualsiasi altro cric. I professionisti utilizzano i cric a bottiglia, anche se ci sono anche dei modelli idraulici. La capacità di sollevamento ne consente l'uso per veicoli commerciali, SUV e camper, anche se l'altezza di sollevamento è molto bassa.

Cric elettrici

Un'alternativa a cric manuali, pneumatici e idraulici è il cric elettrico. Di solito si tratta di un cric a forbice dotato di motore. Viene alimentato tramite l'accendisigari dell'auto, per cui non c'è manovella. Esistono diversi tipi di cric elettrici, che variano per potenza, altezza di sollevamento e, naturalmente, per il prezzo. Alcuni modelli possono collegarsi anche alla batteria dell'auto.

Cric ad aria compressa

Un cric ad aria compressa utilizza i gas di scarico del veicolo per sollevarlo. È una sorta di pallone fatto di plastica resistente agli strappi e ha un tubo o una canna ad un'estremità, che si connette al tubo di scappamento dell'auto. Quando si avvia il motore il palloncino si gonfia. Un cric ad aria compressa ha un notevole vantaggio: è facile da trasportare perché occupa poco spazio e richiede poco sforzo fisico per essere utilizzato. Inoltre è adatto a superfici irregolari su cui è difficile utilizzare i cric tradizionali. Ma il cric ad aria compressa è soggetto a strappi e rotture, e se questo si verifica quando sei in panne, sei davvero nei guai.

Le rampe di carico sono utilizzare per caricare (e scaricare) un veicolo su un altro, quando c'è una differenza di altezza tra i due. Devono essere molto stabili perché di solito vengono spostati carichi pesanti. Sono fatte di materiali diversi a seconda dell'applicazione, principalmente acciaio o alluminio. Utilizzate per auto, grossi camion, macchine per costruzioni o moto, le rampe di carico sono una grande comodità. Al momento dell'acquisto è importate tenere a mente non solo la loro capacità di carico ma anche l'angolo di carico ideale, e quindi la loro lunghezza.

Al contrario delle larghe rampe di accesso davanti alle portiere con scalini per chi utilizza una sedia a rotelle, le rampe di carico per i veicoli sono formate da due parti, una per ciascuna ruota. La distanza tra le due può essere adattata alla larghezza dell'asse. Una leggera curvatura rende il carico ancora più semplice. Ci sono anche rampe con pareti esterne, progettate per impedire che il veicolo scivoli fuori dal bordo. Le rampe pieghevoli hanno il vantaggio di non essere così ingombranti: sono quindi facili da trasportare e occupano meno spazio.

La giusta rampa di carico per ogni veicolo:

Rampe di carico per auto

Le rampe di carico per auto sono in grado di soddisfare un altro scopo oltre a quello del carico. Di solito ci sono due rampe di acciaio, su cui passa l'auto. La posizione inclinata del veicolo rende possibile accedere al sottocarro per individuare i problemi e fare le dovute riparazioni. Le rampe di carico per auto sono come una piattaforma di sollevamento, anche se non danno accesso a tutto il sottocarro. Naturalmente sono economicamente più accessibili rispetto a una vera e propria piattaforma di sollevamento.

Le rampe per auto variano in larghezza. I modelli tipici sono adatti per pneumatici con larghezza di 195-, 225-, e 255-. Puoi scegliere dei modelli regolabili in altezza, che iniziano ad assomigliare a una piattaforma di sollevamento. In ogni caso, sono meglio di un cric. Le rampe per auto sono più accessibili di quanto potresti pensare: solitamente non conviene noleggiarle.

Rampe di carico per camion

Le rampe da carico tradizionali hanno una capacità di diverse centinaia di chili. Tale capacità è sufficiente per caricare moto, quad o altri veicoli leggeri. Se vuoi caricare un camion, avrai tipicamente a che fare con un carico più pesante. Per questo le rampe di carico per camion devono sostenere fino a diverse tonnellate. Questo gioca un ruolo anche nel trasporto dei veicoli commerciali. Al momento dell'acquisto, controlla se il carico indicato si riferisce a una o a due rampe. Blocca le ruote del veicolo da caricare con dei cunei e assicurati che le rampe non possano scivolare.

Rampe di carico per macchine da cantiere

Le macchine da cantiere spesso pesano svariate tonnellate. È quindi importante utilizzare le rampe di carico per macchine da cantiere adeguate. Devono avere una capacità di carico elevata. Esistono rampe di alluminio adatte per questo utilizzo. Le rampe da carico per macchine da cantiere possono sopportare fino a 20 tonnellate e dovrebbero essere utilizzate con molta attenzione, visti i pesanti carichi coinvolti. L'angolo massimo dovrebbe essere del 30% o di 16.5 gradi. La lunghezza delle rampe si può calcolare con la formula seguente: differenza di altezza x 3.5. Se il veicolo da caricare ha solo un asse, la capacità di carico della rampa è solitamente pari a circa l'80% del valore indicato, perché di solito il valore si riferisce a veicoli a due assi.

Rampe di carico in alluminio

A seconda della loro applicazione, le rampe di carico differiscono non solo in lunghezza ma anche per il materiale. Di solito sono fatte di alluminio o di acciaio. La capacità di carico non varia molto; quelle con una capacità di oltre 10 tonnellate sono spesso rampe di carico in alluminio. Queste hanno il vantaggio di essere più leggere, cosa che le rende più semplici da trasportare. Sono disponibili come rampe pieghevoli e in questo caso vengono tenute nell'area di carico o sul letto del veicolo di trasporto. Non vanno confuse con rampe costituite da diversi pezzi uniti tra loro tramite giunti e sono estremamente facili da trasportare. Le rampe telescopiche e a valigia sono rampe di carico che possono essere riposte abbastanza comodamente.

IVA e spese di spedizione sono già comprese nel prezzo.

^